Il sentiero 300 CAI

La Costiera Amalfitana italiana è una delle scogliere più famose al mondo e attira viaggiatori da tutti i paesi con il suo tipico fascino italiano! Tuttavia, il turismo escursionistico si è attualmente limitato ad una breve sezione di del territorio: il Sentiero degli Dei.

Oltre questo itinerario, c’è molto da scoprire per gli escursionisti appassionati di trekking. Gran parte dei percorsi della Costiera Amalfitana sono caratterizzati da solitudine, natura e tranquillità.

Sentieri ripidi e scalinate con vista sul mare blu profondo e piccoli villaggi con torri molto pittoresche si alternano a percorsi pianeggianti attraverso vigneti, uliveti e piantagioni di limoni.

I veri punti salienti sono i panorami delle isole e delle montagne circostanti: a seconda della posizione, con il bel tempo è possibile vedere il Vesuvio, il Golfo di Napoli e l’isola di Capri.

Al contrario, il sentiero escursionistico CAI-300 del Club Alpino Italiano è rimasto relativamente sconosciuto: in sei giorni, l’intera Costiera Amalfitana può essere percorsa e ammirata su questo sentiero a mezza altezza. Tra Salerno ad est e Sorrento ad ovest ci sono molti piccoli villaggi e località balneari – uno più pittoresco dell’altro.

I sentieri escursionistici sono gestiti dal Club Alpino Italiano “CAI – Club Alpino Italiano e sono contrassegnati in rosso e bianco. L’escursione si svolge direttamente sul CAI-300 oppure su sentieri escursionistici paralleli.

L’inizio della escursione è a pochi chilometri dalla città di Salerno che è possibile raggiungere comodamente in treno a partire da Napoli. Da qui, il cammino può proseguire a piedi per i giorni successivi. Solo alla fine della quarta tappa sarà necessario utilizzare un mezzo per raggiungere Positano. Questo perché questa parte della costa è molto ripida e rocciosa, quindi non esiste un percorso davvero raccomandabile da Positano a ovest.

Dopo Positano c’è Colli S. Pietro, una breve escursione che potrebbe essere inserita nel pomeriggio o al mattino presto. La fase 6 conduce con una variante più corta e più lunga sulla Punta Campanella a Sorrento

Ovviamente ci sono alloggi in Costiera Amalfitana per tutti i gusti e per quasi tutte le tasche: troviamo le tante piccole aziende familiari che meritano una menzione particolare, come un bed and breakfast o un agriturismo con solo quattro o cinque camere.

Il periodo di viaggio ideale per la Costiera Amalfitana è in primavera tra aprile e giugno e in autunno tra settembre e ottobre. A metà estate fa spesso troppo caldo per le escursioni, in bassa stagione il clima è meno stabile.

Tracciato Alta Via dei Monti Lattari

Scarica il tracciato in formato gpx dell’intero percorso o in tutte le sue parti:
GPX dell’Alta Via dei Monti Lattari – 300 CAI

N.NomeInizioFineKmDif.Quota Max.Download
1Parte 1Corpo di CavaSantuario Avvocata6,5E946mgpx
1.aVariante Vetta AvvocataBivio VettaSantuario Avvocata1,3E977mgpx
2Parte 2Bivio AvvocataVetta Nord Monte Finestra5,8EE1112mgpx
3Parte 3Vetta Nord Monte FinestraTuoro di Cesarano9,4E1154mgpx
4Parte 4Tuoro di CesaranoMonte Cerreto3,0EE1290mgpx
5Parte 5Monte CerretoColle S. Angelo8,2E1301mgpx
6Parte 6Colle S. AngeloCastellone5,7EE1182mgpx
7Parte 7CastelloneTorca21,0E1374mgpx
8Parte 8TorcaSpiaggia Recommone4,0EE353mgpx
9Parte 9Spiaggia RecommoneMonte San Costanzo3,8E470mgpx
10Parte 10Monte San CostanzoPunta Campanella2,5EE448mgpx
11Parte 11Punta CampanellaTermini3,3T323mgpx