Vai al contenuto

Consigli utili per come organizzarsi

L’escursionismo in Costiera Amalfitana è bellissimo e tale deve rimanere. Durante la tua esperienza è importante fare trekking in maniera responsabile soprattutto a causa del crescente numero di turisti che ogni anno intraprendono i percorsi. Ecco alcuni consigli per organizzarsi al meglio e vivere il trekking al massimo:

Scarponcini da trekking: la qualità dei sentieri escursionistici in Costiera Amalfitana varia da piatta a ripida, da ben curati ad abbandonati. Per motivi di sicurezza, se hai a disposizione scarpe da trekking ti consigliamo di mettere in valigia gli scarponcini più alti in quanto forniscono una migliore protezione ed evitano di causarti storte alle caviglie. Infine, l’escursionismo con i bagagli aumenta il peso che può essere trasportato per diversi giorni. Soprattutto con le lunghe salite e discese, aumenta il rischio di avere vesciche sui piedi a causa di un carico maggiore.

Bastoni da passeggio: a causa dei numerosi metri di dislivello, consigliamo di pensare ai bastoni da passeggio. In questo modo le ginocchia possono essere alleviate considerevolmente, specialmente nelle discese.

Pillole di magnesio: una compressa di magnesio la sera previene i dolori muscolari il giorno successivo!

App GPS e mappe offline per il tuo smartphone: orientarsi in questi percorsi è il segreto per non perdere la strada. Non sempre il tuo telefono avrà la rete necessaria per connettersi ad internet. Pertanto, ti consigliamo di scaricare delle app che consentano di accedere alle mappe anche offline in maniera tale da avere sempre sottomano una guida utile e puntuale.

Usa Whatsapp: sicuramente lo avrai già sul tuo smartphone, ma Whatsapp è un ottimo modo per comunicare l’orario di arrivo previsto agli operatori del bed and breakfast e ottenere informazioni più dettagliate sulla posizione dell’alloggio.

Uno degli aspetti più importanti del trekking in Costiera Amalfitana è che i percorsi sono limitrofi alle molte città diverse. Pertanto, non ti troverai mai in una posizione così remota da avere difficoltà nel trovare cibo e acqua. Dato che sei vicino a molte città, è un’ottima occasione per portare bottigliette d’acqua riutilizzabili oppure borracce da ricaricare in città. Evita di acquistare bottiglie di acqua di plastica monouso che potrebbero essere disperse nell’ambiente.

Dato che sei vicino a così tante città ricche di cultura, fermati a fare uno spuntino al ristorante locale. In qualsiasi momento, ci si trova a un’ora di distanza dalla città. Mentre sei in città puoi raccogliere un po’ di frutta locale per la tua prossima tappa. Dopotutto, in Italia si è circondati dai migliori prodotti freschi al mondo.

I panorami che vivrai durante le tue escursioni ti toglieranno il fiato, ma bisogna essere attenti ad attenersi a sentieri e percorsi. Uscire dall’itinerario potrebbe danneggiare in maniera permanente la struttura del sentiero stesso e la vegetazione circostante.

Una delle peggiori cose che i turisti possono fare è nutrire gli animali selvatici. Dopo un po’ gli animali si abituano ai turisti che li nutrono, il che danneggia l’ambiente locale e crea fastidio agli altri viaggiatori. Hai mai visto i piccioni a Venezia o a Londra? Si. Non trasformiamo Amalfi in questo.

La Costiera Amalfitana è un posto bellissimo. Dobbiamo sforzarci di mantenerlo tale. Durante le escursioni e i soggiorni, ricordati di fare acquisti e sostenere le imprese locali. Molto spesso queste realtà fanno affidamento sul turismo. Inoltre, durante gli itinerari, prediligi l’utilizzo di materiali eco-compatibili. Seguendo questi consigli potrai vivere un’esperienza migliore e garantire anche alle prossime generazioni di sperimentare le stesse emozioni che vivrai con il trekking sulla Costiera Amalfitana.

 

Consigli utili per come organizzarsi