Vai al contenuto

14. La Via Maestra dei Villaggi

Da Amalfi a Pogerola lungo la via Maestra dei Villaggi

Durata: 6,5 km

Tempo di percorrenza: 4h 30 ‘

Percorso – Dislivello poco inferiore ai 300 m di facile percorrenza.

Logistica – Partenza e arrivo da Amalfi (consigliabile arrivando con mezzi pubblici). Per superare difficoltà di parcheggio inizio e fine possono aver luogo a Pogerola.

Servizi e Ristoro – Bar e ristoranti sia a ad Amalfi e a Pogerola.


La Via Maestra dei Villaggi un tempo univa Amalfi alle sue frazioni occidentali, arrivando fino a Tovere. Il precorso si snoda attraverso terrazzamenti coltivati e gli abitati di Pastena e Lone, lungo un tratto della Via per poi deviare verso la frazione di Pogerola.

Partenza dalla piazza Duomo di Amalfi. Voltando le spalle alla gradinata della cattedrale, si imbocca il sottopasso di fronte che conduce in piazza dei Dogi, e si prosegue, in fondo alla piazza, lungo la scalinata di San Nicola dei Greci che conduce in via Annunziatella. Si supera l’accesso alla chiesa di San Biagio e, dopo300 metri, la via si ricongiunge alla strada costiera, in prossimità di una galleria ai piedi dell’Hotel Convento (ex Hotel Cappuccini).Il monastero fu fondato nel 1212dove sorgeva l’antica chiesa di San Pietro “a Toczolo”, anteriore al X secolo.

A sinistra della galleria si segue la passeggiata dedicata al poeta americano Henry Longfellow che immortalò la città con la sua lirica” Amalfi” (1875). Alla fine della passeggiata si attraversa la strada costiera, per prendere la salita sulla destra. Si segue la stradina per circa 200 metri dove si incontra una piccola cappella dedicata alla Madonna del Carmine che ospita, sulla parete del sottopasso, un affrescoraffigurantelaFugainEgitto.
Continuando, dopo circa 900 metri si arriva ad un belvedere detto “”A Ponta ‘e Lone” che offre una veduta a picco sulla costa e sulla spiaggia sottostante. A destra una scaletta conduce alla chiesa di Santa Maria Vergine. Dal sagrato della chiesa altre scale conducono alla strada per Pogerola dove si riprende a salire seguendo le scalette di fronte, che conducono ad uno spiazzo circondato da alcune case. Da qui partono tre vie: si prosegue prendendo quella centrale. Dopo un breve tratto in salita la via torna ad essere pianeggiante e dopo 200 metri, a destra, si seguono in discesa le scalette della Salita Pastena fino alla chiesa di Santa Maria Assunta.

A destra della chiesa si prende via Montetillo e la si percorre per circa 600 m. Dopo tre deviazioni (le prime due a destra e la seconda a sinistra, in direzione del sovrastante albergo) si incontra il congiungimento tra via dello Spinale (che scende verso destra), e via Pietralata, verso sinistra, da seguire per salire verso la frazione di Pogerola.

Dopo 400 metri, sulla sinistra vi sono dei fabbricati a schiera al cui termine si sale verso la rotabile utilizzando una scalinata che sale a sinistra. Raggiuntala strada si continua in leggera salita in direzione della piazza principale della frazione con la chiesa cinquecentesca intitolata alla Madonna delle Grazie.
A sinistra della chiesa alcuni gradini portano ad una variante più “fresca “nel periodo estivo: la discesa verso Amalfi facente parte del percorso n. 14. A destra, invece, si prendono le scalette che conducono ad una pedonale che porta alla chiesa di Santa Marina. Superata la chiesa, una breve scalinata a sinistra conduce aduna rotabile da seguire in discesa per una settantina di metri per riprendere altre scale a destra. Superate le ultime case, una lunga scalinata con un salto di livello di 150 metri circa riporta sulla strada costiera; il tratto più suggestivo della passeggiata.

La scalinata viene percorsa quasi sempre in direzione del mare visto dall’alto. Alla fine si arriva, in prossimità della galleria, all’imbocco della passeggiata Longfellow.

Rispondi

error: I contenuti altaviadeimontilattari.it sono protetti da copyright