Vai al contenuto

7.Da Maiori a Minori

Passando per il Convento di San Nicola, la valle del Sambuco e visita della villa Romana.

Durata: 10,7 km

Tempo di percorrenza: 4h30′

 Percorso – Escludendo il breve tratto iniziale, che supera un dislivello di oltre 200 metri, la difficoltà è assimilabile a poco più di una passeggiata.

Logistica – Partenza e arrivo coincidenti. E sufficiente arrivare a Maiori, raggiungibile con auto, autobus o tra-ghetto.

Servizi e Ristoro – Bar e ristorantisia a Maiori che a Minori.

Note – La villa è visitabile tutti i giorni dalle ore 9:00 fino ad un’ora prima del tramonto, tutti i giorni festivi tranne il 1° maggio, il 25 dicembre e il1° gennaio.


La forma del percorso permette di partire sia da Maiori che da Minori. Suggeriamo di scegliere come punto di partenza Maiori poiché qui risulta più semplice parcheggiare e consente sulla via del ritorno di visitare la Villa Romana di Minori. Partendo dal lungomare si risale il corso Regina per 300 metri circa fino in Piazza Raffaele D’Amato. La scalinata a sinistra porta al terrazzo antistante la Collegiata di Santa Maria a Mare. Se la chiesa è aperta, vale la pena dare un’occhiata all’interno: un soffitto a cassettoni, statue e tele del Sette e Ottocento, un organo del maestro Zeno Fedeli da Foligno, la statua di Santa Maria a Mare risalente al Duecento sull’altare maggiore e, per i più interessati, il Museo Sacro, Usciti dalla chiesa si imbocca la scalinata a sinistra, via Vena. Dopo 700 metri si giunge ad un bivio dove si volta a destra per risalire la linea di cresta del colle.

Risalendo gli agevoli gradoni, si vede a traiti in vetta, il Monastero di San Nicola a Forcelle. Dopo un chilometro e mezzo, lasciando il convento in alto a destra, si arriva ad un bivio, in corrispondenza di una sella. Si prende a destra e in pochi minuti si raggiunge il convento con un antistante terrazzo panoramico. Lasciato il convento. si torna al bivio e si prosegue verso destra. Una manciata di minuti e si raggiunge il bivio successivo dove, in prossimità di un rudere, si prende a sinistra. Una via più larga porta verso l’interno della vallata, supera un corso d’acqua e termina nella frazione di Sambuco. Qui, si riprende la strada proveniente da Ravello e la si risale per 400 metri circa, fino ad una deviazione sulla sinistra- in prossimità di una casa – che porta al sentiero che, parallelamente al corso del fiume, percorre la vallata no a Minori.

Prima di raggiungere l’abitato si passa in prossimità dei resti di due grandi cartiere abbandonate, superate le quali si torna sulla strada asfaltata che porta nel centro i Minori.

Avendo avuto l’accortezza di non partire troppo tardi(entro le 10:00 al massimo), resta il tempo per una breve visita alla Villa Romana. Usciti dalla villa si raggiunge il lungomare e si continua verso sinistra fino allo slargo antistante la Basilica di Santa Trofimena. All’interno: dipinti del XVI secolo, e tele del Sette e Ottocento, tra le quali una Crocifissione della bottega di Marco Pino da Siena. Lasciata la chiesa, si prosegue passando sotto la torre campanaria e, dopo 200 metri, si prende una scalinata che sale sulla destra. A sinistra in alto è evidente il Campanile dell’Annunziata, del XII secolo. Al bivio successivo, dopo una fontanella, si va ancora a destra, attraverso la località Torre. Oltrepassatala Chiesa di San Michele, dopo 300 metri, al bivio Si prende a destra, dove si ritrova la via Vena che conduce alla chiesa di Santa Maria a Mare a Maiori.


Di epoca Augustea, la Villa marittima romana è strutturata su due piani, per una superficie totale di circa 2.500 mq; si pensa che avesse dimensioni anche maggiori, articolata in terrazze degradanti verso il mare. Al pian terreno, il viridarium, recintato su tre lati da un ampio porticato, presenta una grande piscina, i cui impianti idraulici sono ancora ben visibili. Sul lato settentrionale, il corpo abitativo, ripartito in vari ambienti, presenta un ampio triciclinium, decorato con mosaici di III Stile Pompeiano. Nell’annesso Antiquarium sono conservati anfore, vasellame domestico, sculture ed elementi di spoglio. La villa è visitabile tutti i giorni dalle ore 9:00 fino ad un’ora prima del tramonto, tutti i giorni festivi tranne il 1°maggio, il 25 dicembre e il 1° gennaio.

Rispondi

error: I contenuti altaviadeimontilattari.it sono protetti da copyright