Vai al contenuto

15. Monte Vico Alvano (642 m)

Dalla discesa impervia di Monte Comune si giunge alla Sella di Arola attraverso un castagneto. Alla sella sono presenti ben due incroci molto importanti, prima il bivio per Arola e successivamente il bivio per Cesina. Al primo è possibile ammirare ad uno degli scorci più belli della zona sul mare,  un antico cancello distrutto che si affaccia su Positano. 

Arola è una piccola frazione fra le tante di Vico Equense poco distante dalla sella. Seguendo sul 300 ai due bivi si giunge finalmente a Monte Vico Alvano indistinguibile per la croce di ferro in cima. Il panorama ora diventa quasi a 360 gradi. Quando il tempo è bello, la vista in lontananza è magnifica: il Golfo di Napoli si trova di fronte a noi, la massa di case a Napoli è chiaramente visibile e il Vesuvio sorge maestosamente dalla pianura.

Dalla cima si scende lungo un sentiero a serpentina verso “Colli San Pietro” (o Colli di Teresinella). I colli San Pietro non sono indicati sempre su tutte le carte, quindi è bene specificare che con tale nome si indica il valico della statale Amalfitana n.163 fra la Penisola Sorrentina e la Costiera Amalfitana, l’incrocio delle due strade statali SS145 e SS163.

Poco prima di giungere alla statale si attraversa l’ingresso del parco “Antico Parco del Principe” nel mezzo del quale si trova il “Castello Colonna”, luogo che spesso è adibito a matrimoni.

Da qui proseguendo sulla statale e brevi sentieri che attraversano brevi boschi tra i vari tornanti si giunge a Colli di Fontanelle.

15. Monte Vico Alvano (642 m)

Rispondi