Vai al contenuto

8.Da Ravello a Minori

Passando per Torello, Villamena e Lacco con visita della Villa Romana

Durata: 4,9 km

Tempo di percorrenza: 3h 00′

Caratteristiche – Passeggiata senza difficoltà.

Percorso – Fondo in buone condizioni, caratterizzato solo dal dislivello di 350 metri circa. La pavimentazione permette la percorrenza anche con calzature normali.

Avvicinamento – Arrivo e partenza da Ravello che offre sufficienti possibilità di parcheggio. In alternativa anche da Minori, con meno possibilità di parcheggio ma più semplice per chi utilizza i mezzi pubblici sia via mare che via terra.

Punti di ristoro – A Ravello e Minori bar e ristoranti. Fontanelle lungo il percorso, sia nella salita che nella discesa. Opportunità di balneazione a Minori.


Il percorso suggerito per una passeggiata da Ravello a Minori, con ritorno al punto di partenza, si può considerare poco più di una passeggiata arricchita da ottimi spunti panoramici. Da Piazza Duomo, a Ravello, voltati verso la chiesa, a destra è facilmente individuabile la torretta che funge da ingresso a Villa Rufolo. A sinistra di questa si prende la stradina pedonale che passa sotto la villa e, poi, supera la chiesa dell’Annunziata, risalente al 1281, con le sue due torri campanarie che costituiscono una delle immagini più classiche della Costiera. Dopo pochi gradini si giunge alla strada; sul lato opposto ha inizio una scalinata che prende il nome dalla chiesa di San Pietro a Costa, risalente al XIII secolo. Proseguendo nella stessa direzione, e tenendo la destra al bivio immediatamente successivo alla chiesa, si arriva alla confluenza di altre scale con una strada asfaltata. Si scende verso destra lungo la via pedonale fino al sottostante borgo medievale di Torello dove si trova la chiesa di San Michele Arcangelo(campanile in stile arabo di Sicilia e, all’interno, dipinti del XV secolo della scuola di Andrea Sabatini).Lasciando la chiesa a destra, inizia la discesa verso Minori, lungo la panoramicissima via Torello, tra terrazzamenti di limoni e di viti, Lungo la strada, in corrispondenza di una cappellina si prende a destra e la gradinata, ora più ripida, arriva fino al piazzale antistante il cimitero di Minori, da cui sì gode di un bel colpo d’occhio sul paese. percorso, a destra, verso il mare, continua la sua discesa fino alla strada costiera. Da qui, in prossimità di una fontanella, si prende un’ultima scala, via San Giovanni a Mare, che conduce nuova mente sulla strada principale, da risalire per 200 metri circa, fino al parcheggio in prossimità della Villa Marittima Romana. La villa, descritta nel percorso precedente, merita una pausa per una breve visita.

Lasciata la villa si devia a destra e s’imbocca una stradina pedonale che costeggia la chiesa di Santa Lucia; la scalinata successiva, a sinistra, conduce alla via Villamena. Si attraversa la strada e, proseguendo, si giunge ad un’altra cappella (fontanella nelle immediate vicinanze) dove si prosegue verso destra. Poco dopo c’è un quadrivio dove, voltando a sinistra, si comincia a risalire verso Ravello. Per un breve tratto la via è agevole ma ben presto si trasforma in poco più di un sentiero, ritornando ‘abituale gradinata dopo circa 200 metri. In prossimità di alcune case c’è ancora un bivio; si prosegue a destra e dopo poco si arriva alla strada che da Ravello porta al Valico di Chiunzi. Attraversatala, per la breve via Martino Frezza si giunge alla località Lacco, nei pressi dell’antica porta settentrionale di Ravello. Passati attraverso la porta ci si immette in via Lacco che conduce in piazza Fontana. Superata la fontana al centro della piazza, si segue in salita via Gioacchino D’Anna, che conduce: alla chiesa di San Giovanni del Toro, al Palazzo Gonfalone, col suo interessante portale marmoreo, proveniente dalla basilica di Sant’Eustachio a Pontone, e a tutta una serie di palazzi gentilizi e la casa di Tolla, sede del Comune, fino alla prima discesa a destra, via Richard Wagner, che conduce in piazza Duomo.

Rispondi

error: I contenuti altaviadeimontilattari.it sono protetti da copyright